IL CASTELLO

Intorno al 1400, Ferdinando D'Aragona concesse al Barone Raffaele Guarini, di Lecce, la terra di Torre S. Susanna e il distrutto foto10.jpg (51832 bytes)Casale di Galesano. Il Barone fece costruire un palazzo nei pressi della Torre Angioina e precisamente nel luogo che ancora oggi viene denominato "li trappiti vecchi". Intorno al 1550 il feudo di Torre S. Susanna passò alla famiglia Dormio di Lecce. Il Barone Tiberio Dormio, nel 1558, ritenendo il vecchio palazzo baronale troppo piccolo, iniziò la costruzione di un altro, l'attuale e impropriamente detto castello, che non portò a termine. La famiglia Dormio, per ignoti motivi, cedette queste terre al principe Carmine De Angelis di Mesagne, il quale lo completò. Intorno al 1800 il feudo passò ai Conti Filo di Napoli, i quali apportarono delle modifiche al palazzo, come, per esempio, la costruzione dei merli per dargli l'aspetto di un castello; fecero scavare, a pochi metri di distanza, verso nord-est, delle grotte, dove d'inverno veniva accumulata della neve per essere usata durante il soggiorno estivo. Su queste grotte sono sorte in seguito delle abitazioni e la via oggi è denominata via "Neviera". Questo palazzo baronale fu abitato dai Conti Filo, quasi esclusivamente d'estate, fino ai primi anni del 1900, quindi rimase in mano fino agli anni '60 alle sorelle Rodi e al custode Pompeo Vita. Successivamente fu acquistato dalla famiglia D'Ippolito e successivamente rivenduto alla famiglia Trinchera. Tutto questo fu possibile perchè il Comune di Torre S. Susanna (presieduto dal sindaco Frioli Franco) rinunciò al diritto di prelazione. Il resto è storia recente.

                           CENNI STORICI SULLA FAMIGLIA FILO DELLA TORRE

(da Nobili Napoletani)

SCUDO

STEMMA

 

 

 

 

P.zza CONTI FILO (NAPOLI)

 

Arma: d'azzurro alla banda d'oro accompagnata da due comete d'oro cinte di sedici raggi
 

Motto: OMNIA VINCIT AMOR
 

Dimora: Napoli e Roma

 

LA DINASTIA DELLA FAMIGLIA FILO COME CONOSCIUTA FINO AD OGGI

La famiglia Filo di origine greca è tra le più antiche del Regno di Napoli, si trasferì in Altamura, ove godette di grande nobiltà. Il primo uomo della dinastia Filo che ebbe onori fu PIETRO che verso la metà del XIII secolo fu nominato Vescovo di Acerenza, in Terra di Basilicata.

Sarebbe interessante sapere quando e in quale circostanza al cognome "FILO"  ci fu l'aggiunta "DELLA TORRE"

FAMIGLIE IMPARENTATE CON CASA FILO

Il casato, nel corso dei secoli, si è imparentato con le più nobili famiglie del Regno:

CHATEAU

 Le chateau baroque est communément appellé “chateau” for son caractéristiques  crénelées. Il étaient construit pour la volonté de Tiberio Dormio  dans le 14 ( quatorzième) siècle. Ils a été la residence des familles Albricci, Lubrano, De Angelis et Filo. Le palais est divisé par deux étages avec un cour. Il y a une chapelle dèvoué à la Vierge de la Salette (Saletta) vers le bas de l’ èdificie.

SCHlOSS

Die Baronial Palace wird allgemein als “Schloss” für ihren Zinnen. Im sechzehnten Jahrhundert von Tiberius Dormio gebaut, war die Residenz der Haushalte Albricci, Lubrano, De Angelis und Filo. Das Gebäude steht auf zwei Etagen, mit einem großen Innenhof durch ein monumentales Hauptportal abgerufen. Unten befindet sich die Kapelle der Madonna della Saletta.

CASTLE

The baroque castle is commonly called “castle” for its crenellation characteristics. It was erected in the 14th century from Tiberio Dormio’s will. It was also the residence of the Albricci, Lubrano, De Angelis and Filo families. The palace is on two levels with a courtyard. There is the chapel of Saletta’s Virgin in the lower floor of the building.