Azienda AGRITURISTICA MASSERIA "LE TORRI"

 

MAS1.jpg (37374 bytes)Finalmente, dopo anni di abbandono e di degrado, la "Masseria Le Torri", grazie all'intrapendenza del proprietario Sig. Cosimo Frioli, è stata recuperata e destinata a centro agrituristico. E' un incanto vederla così ristrutturata. L'insediamento, risalente all'epoca medioevale, è caratterizzato dalla presenza di un sito archeologico  di epoca romano bizantina, denominato "S. Pietro in Crepacore", che, dopo il suo recente restauro, dove è possibile osservare i dipinti impressi sui muri interni, le volte ed i pilastri di particolare pregio e le tombe scoperte esistenti all'aperto, ha fatto crescere della zona. L'intero fabbricato forma una staffa di cavallo, con un lato, quello a nord, più lungo verso est, ed al centro il sito di S.Pietro in Crepacore. L'ala principale del fabbricato, posta a nord, si estende da est verso ovest e si affaccia, così come le altre ali dell'immobile, su un ampio piazzale, nel quale è situato il sito sopra citato. Al fabbricato è annessa una vasta area recintata, destinata a parco, costituito da piante di ulivo, da palmizi e da un bosco ancora giovane di circa quattro ettari che conferiscono all'intero complesso particolare bellezza dal punto di vista paesaggistico. Tutto ciò inserito su un'area già inclusa dal Comune di Torre S. Susanna in quelle a vocazione agrituristica, con delibera di G.M n.163 del 14/4/1986, e vincolata come zona di notevole interesse ambientale dal Ministero per i beni Culturali ed ambientali sin dal 1985. La posizione particolarmente favorevole, offre al visitatore un'ampia veduta panoramica della zona posta a sud; inoltre, essendo ubicato sulla Strada Provinciale Torre S.S.-Mesagne e distante mt.300 dalla strada Provinciale Oria-Cellino S.M., è facilmente raggiungibile ed accessibile ai visitatori provenienti da tutti i lati. IL recupero dell'immobile, così come le scelte progettuali sono state sicuramente condizionate dalla presenza della Chiesa di S. Pietro in Crepacore e dal prospetto del fabbricato già esistente. Pertanto, con grande ammirazione possiamo osservarla da tutti i punti di vista. Infatti, internamente, in particolare la parte più vecchia, destinata a ristorante, con le sue volte a botte ed a stella e con le pareti in pietra tutti recuperati, danno quel senso di antico che evocano chissà quali ricordi. Esternamente, l'armonia degli archi in pietra che delimitano il porticato e che si rispecchiano sul giardino antistante sistemato con verde e chianche in pietra, danno quel senso di serenità e tranquillità che non vorresti mai staccarti. Il proprietario sarà sicuramente soddisfatto per quel che ha fatto, e noi dobbiamo essere contenti per due semplici motivi: il primo è che anche su Torre insiste una struttura da fare invidia su una vasta area del comprensorio ionico-salentino ed il secondo è che la struttura è stata recuperata grazie al lavoro eseguito solamente da artigiani del posto e ciò fa sicuramente onore a noi tutti. Infatti, i lavori edili sono stati eseguiti dalla Soc. De. Co. di D'Elia Cosimo, gli impianti dalla Soc. 2G di Gallo Fernando e gli infissi dalla ditta Andresano Angelo. Tutti i lavori sono stati sapientemente diretti e progettati dal Geom. Coccioli Otello per la parte strutturale e dal P.I. Gallù Santo per gli impianti. Pertanto, nel centro agrituristico, oltre ad assaporare dei piatti prelibati e tipici del nostro territorio, è possibile anche dormire, essendo disponibili diverse camere indipendenti e completi di servizi igienici. Inoltre è possibile usufruire di strutture per lo svago e per il tempo libero nonchè per attività culturali quali, convegni, manifestazioni folcloristiche e concerti all'aperto.

MAS3.jpg (27359 bytes)

MAS2.jpg (28593 bytes)

Foto concesse dall'inserzionista